Milano, protesta di Greenpeace contro Dolce e Gabbana. FOTO

Blitz dell'organizzazione ambientalista durante la Settimana della Moda. All'evento dei due stilisti esposto uno striscione che denuncia l'uso di sostanze tossiche nella produzione degli abiti. La fotogallery
  • 23 febbraio. Blitz di Greenpace durante la Settimana della Moda milanese. All'evento di Dolce e Gabbana è stato esposto lo striscione "Toxic Lies. Courtesy of Dolce&Gabbana" (Bugie tossiche. Offerte da Dolce&Gabbana)" - Tutti i colori della moda
  • "Ci sembrava giusto far sapere che lo show è potenzialmente il prodotto finale di una filiera tossica, che inquina l'ambiente e mette in pericolo la salute di tutti noi" dicono da Greenpeace - Tutti i colori della moda
  • Greenpeace International ha appena pubblicato un nuovo rapporto che mostra come le stesse sostanze chimiche pericolose usate dai marchi di largo consumo siano impiegate anche da brand del lusso come Versace, Louis Vuitton e Dolce&Gabbana - Tutti i colori della moda
  • Queste sostanze, una volta rilasciate nei laghi e nei fiumi nel processo produttivo o col lavaggio dei vestiti, hanno la proprietà di accumularsi nell'ambiente e sono stati ritrovate anche nelle regioni più remote del Pianeta. - Tutti i colori della moda
  • Già nei giorni scorsi gli attivisti di Greenpace hanno calato un enorme manifesto nella galleria Vittorio Emanuele per denunciare l'uso di sostanze tossiche nella filiera produttiva della moda - Tutti i colori della moda
  • Un momento del blitz di Greenepace dei giorni scorsi in galleria Vittorio Emanuele a Milano - Tutti i colori della moda