Firenze, caccia al Dna della Gioconda: aperta tomba famiglia

Il Comitato scientifico che segue le tracce di Lisa Gherardini, la modella del celebre dipinto di Leonardo, ha schiuso una cripta trovando i resti del marito e dei figli. Con dei test incrociati si potrà identificare lo scheletro della donna: LE FOTO
  • Il Comitato scientifico che è sulle tracce della nobildonna Lisa Gherardini Del Giocondo, la modella di Leonardo per il celebre dipinto, ha aperto una cripta della basilica di Ss. Annunziata di Firenze - I Segreti di Leonardo - Nella mente di un genio
  • Nella cripta sono stati trovati i resti del marito della Monna Lisa, Francesco Del Giocondo, e dei figli Piero e Bartolomeo - I mille sorrisi di Monna Lisa
  • Ora il Comitato comparerà il Dna di questi resti con quello degli scheletri femminili repertati da tempo nell'ex convento S.Orsola dove Lisa fu sepolta - Monna Lisa, si tenta l'esame del DNA
  • I tre scheletri femminili che il Comitato per la valorizzazione dei Beni culturali ha selezionato fra gli otto ritrovati negli scavi di Sant'Orsola tra il 2011 e il 2012, vengono sottoposti in queste settimane all'esame del carbonio 14 a Lecce - Se Monna Lisa si fa il lifting
  • Si cerca di stabilire quale fra essi è assimilabile a una donna morta nel '500, come appunto fu Lisa Gherardini (1479-1542), che in anzianità si ritirò nel convento di Sant'Orsola a Firenze - Leonardo per tutti
  • I risultati saranno disponibili dopo metà settembre. Il passaggio successivo sarà procedere con la comparazione del Dna fra lo scheletro femminile di Sant'Orsola che risulterà di età simile a Lisa Gherardini, con i resti esumati nella cripta - I Segreti di Leonardo - Nella mente di un genio
  • Se un Dna femminile sarà compatibile con il Dna di uno scheletro dei Del Giocondo, si potrà identificare con certezza i resti di Monna Lisa - Se Monna Lisa si fa il lifting
  • I resti dei tre uomini nella cripta sono rimasti in ottime condizioni grazie alle alluvioni dell'Arno che hanno colmato la piccola stanza di una fanghiglia che di fatto ha preservato gli scheletri - I mille sorrisi di Monna Lisa
  • Intanto, sempre venerdì 9 agosto, il Comitato per la valorizzazione dei Beni culturali, ha scritto per la seconda volta al ministro della Cultura della Francia, per sensibilizzarla a prestare all'Italia il celebre dipinto custodito al Louvre - Monna Lisa, si tenta l'esame del DNA