Città della Scienza, distrutti oltre 12mila metri quadrati

Dopo oltre 13 ore i vigili del fuoco sono riusciti a domare l'incendio che ha danneggiato gran parte del polo museale di Bagnoli. Gli inquirenti non escludono la pista dolosa. LA FOTOGALLERY
  • 5 marzo 2013. Dopo oltre 13 ore di duro e rischioso lavoro i vigili del fuoco hanno domanto l'incendio divampato nella notte a Città della Scienza, a Napoli. Guarda anche: le immagini del rogo
  • Adesso è caccia alle cause che hanno provocato il rogo. Gravissimo il bilancio: è andato completamente distrutto il polo museale mentre non è stato toccato dalla fiamme il polo didattico Guarda anche: le immagini del rogo
  • Tra gli investigatori è forte il sospetto che il rogo sia di origine dolosa Guarda anche: le immagini del rogo
  • L'area è stata posta sotto sequestro mentre gli uomini della Scientifica hanno effettuato ulteriori rilievi Guarda anche: le immagini del rogo
  • "E' un lutto per la cultura e la scienza della città, al di là del fatto che non ci sono state perdite umane" ha commetato il sindaco Luigi De Magistris Guarda anche: le immagini del rogo
  • L'impressione, ha spiegato il sindaco, è che si tratti di una "vicenda dolosa. Un incendio così devastante, partito dal mare, difficile pensare a una cosa accidentale" Guarda anche: le immagini del rogo
  • Sono 160 i lavoratori diretti occupati nella Città della Scienza di Napoli. Un centinaio sono invece gli operatori dell'indotto, impegnati, in particolare in attività di pulizia, ristorazione, manutenzione e grafica Guarda anche: le immagini del rogo
  • Lo Science center vanta una media di visitatori che ogni anno si aggira intorno alle 350mila presenza Guarda anche: le immagini del rogo
  • Simbolo della rinascita di Bagnoli, dopo la dismissione dell'Italsider, il museo delle scienze, era stato realizzato negli anni '90, su iniziativa di Vittorio Silvestrini, presidente della Fondazione Idis, su modello de La Villette di Parigi Guarda anche: le immagini del rogo
  • Lo science center, da un progetto embrionale, era diventato un polo attrattivo culturale in cui apprendere con la pratica le leggi della scienza, attraverso esperimenti e dimostrazioni dal vivo Guarda anche: le immagini del rogo
  • Città della Scienza ospita un museo interattivo, un planetario, un centro congressi, un centro di alta formazione e un'area per mostre d'arte, incubatori di impresa Guarda anche: le immagini del rogo