Milano ricorda Linate, il più grave disastro aereo in Italia

L’8 ottobre 2001 un volo di linea della Sas si scontrò in fase di decollo con un Cessna entrato per sbaglio sulla pista a causa della fitta nebbia. Morirono 118 persone. I parenti delle vittime: “Dopo 11 anni la ferita non riesce a rimarginarsi”. LE FOTO
  • Sono passati 11 anni dall’incidente aereo di Linate: l’8 ottobre 2001 un volo di linea della Sas si scontrò in fase di decollo con un Cessna entrato per sbaglio sulla pista a causa della fitta nebbia. Morirono 118 persone
  • Anche quest’anno Milano si è fermata per ricordare le vittime. "La nostra è una ferita che nonostante siano trascorsi 11 anni non riesce a rimarginarsi”, ha spiegato Paolo Pettinaroli, presidente del Comitato 8 ottobre
  • Il sindaco Pisapia ha lodato l’impegno dei familiari delle vittime: “L'impegno del Comitato 8 Ottobre ha saputo trasformare questa data in un giorno di riscatto civile e di impegno concreto”
  • Erano le 8:10 dell'8 ottobre 2001 quando si verificò l'incidente
  • A Milano quel giorno la nebbia era fittissima
  • Era un lunedì. Sulla pista di decollo dell’aeroporto di Milano-Linate un Md87 della compagnia aerea scandinava Sas investì alle 8.10 un Cessna tedesco, che aveva imboccato un raccordo sbagliato
  • Dopo l'impatto, l'Md87 non riuscì a completare la fase di decollo schiantandosi contro il deposito bagagli, in fondo all'aeroporto. 118 persone persero così la vita
  • Fu un errore umano accentuato dalla scarsa visibilità al suolo, una segnaletica aeroportuale inadeguata e l'assenza di un radar di terra
  • Ancora oggi quello di Linate viene ricordato in Italia come il più grave incidente aereo di sempre
  • A meno di un mese di distanza dall'attacco al World Trade Center di New York, e per giunta nello stesso giorno in cui era iniziata la guerra in Afghanistan, molti, in un primo momento, pensarono a un attentato terroristico
  • Dopo una tragedia come quella dell'incidente aereo allo scalo di Linate, "non basta elaborare il lutto ma bisogna che questo diventi forma di vita nuova", ha detto monsignor Franco Giulio Brambilla nella cerimonia a 11 anni dalla strage
  • Nella basilica anche i rappresentanti di diverse città lombarde, le autorità milanesi, il sindaco Pisapia, l'assessore regionale ai Trasporti Cattaneo, il presidente del Consiglio provinciale Dapei e Albertini, che nel 2011 era sindaco di Milano
  • Pisapia ha ricordato le parole pronunciate nel 2001 dal cardinale Martini (scomparso di recente): “Non c'è ragione logica di una morte e di una tale morte; se non la nostra fragilità esistenziale e i nostri errori”
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate
  • 8 ottobre 2001: i soccorsi e quel che resta dopo l'incidente all'aeroporto di Linate