Caldo e siccità: scende il livello del Po. FOTO

L'anticiclone Lucifero deve ancora arrivare ma le acque del principale fiume italiano sono già al livello di guardia. E la Coldiretti lancia l'allarme: "Perdite per un miliardo di euro per l'agricoltura". Guarda la fotogallery
  • Ponte della Becca, alla confluenza tra il Ticino e il Po. A causa dell'ondata di caldo e siccità il livello dell'acqua continua a scendere lasciano in secca ampi tratti del fiume
  • E la Coldiretti lancia l'allarme. A causa della siccità i raccolti hanno subito cali della produzione che a livello nazionale vanno dal -20 per cento per il pomodoro al -30 per cento per il mais fino al -40 per cento per la soia
  • E l'arrivo di Lucifero, il settimo anticiclone dell'estate, rischia di peggiorare la situazione. Gli agricoltori chiedono la dichiarazione di stato di calamità naturale nelle zone colpite dalla siccità
  • Ad essere colpiti, sono prodotti simbolo del Made in Italy come il pomodoro e mais e soia che sono alla base dell'alimentazione degli animali allevati per produrre i prestigiosi formaggi e prosciutti a denominazione di origine
  • In pericolo ci sono anche i pascoli perché mancano i foraggi e l'acqua con mandrie e greggi sugli alpeggi mentre in molti casi è stato necessario intervenire con le autobotti per abbeverare gli animali
  • Ma oltre alla mancanza dell'acqua gli effetti del caldo si fanno sentire anche sulla produzione di latte. Le mucche hanno prodotto in media dal 10 al 20 per cento di latte in meno con punte che arrivano anche al 50 per cento nei giorni più roventi
  • Il Po, a Ponte della Becca, alla confluenza con il Ticino