No Tav, al via il processo tra le proteste

Manifestazione degli attivisti di fronte al tribunale di Torino durante l'udienza preliminare che vede 46 imputati per gli scontri al cantiere di Chiomonte dell'estate 2011. FOTO
  • Un centinaio di attivisti del Movimento No Tav ha occupato la strada davanti al Palazzo di Giustizia di Torino, dove si è svolta l'udienza preliminare del processo che vede imputate 46 persone per gli scontri al cantiere di Chiomonte dell'estate 2011 - Tutte le foto sulla protesta
  • Gli attivisti No Tav sono giunti a Torino con bus provenienti dalla Valle di Susa - Beppe Grillo a processo. FOTO
  • La strada davanti all'ingresso del tribunale è stata bloccata e sono stati messi striscioni come "Solidali e complici con i no tav arrestati" - Monti: "La Tav va avanti. Non tollereremo violenze"
  • Al megafono intanto rappresentanti del Movimento hanno spiegato le loro ragioni: "I nostri avvocati- dicono - smonteranno pezzo per pezzo il teorema costruito dal signor Caselli e dai suoi sodali” - Tutte le foto sulla protesta
  • L'udienza si è svolta in una delle maxi aule del Palazzo di Giustizia di Torino, al piano interrato i cui accessi sono stati presidiati da Carabinieri della brigata mobile - Monti: "La Tav va avanti. Non tollereremo violenze"
  • Degli indagati, tre sono tuttora agli arresti e hanno seguito l'udienza nella cella riservata ai detenuti - Monti: "La Tav va avanti. Non tollereremo violenze"
  • Il gruppo di manifestanti No Tav ha poi iniziato una battitura con chiavi e oggetti metallici, contro le cancellate dei Tribunale al grido "Libertà” - Beppe Grillo a processo. FOTO
  • Alcuni esponenti del Movimento si sono poi seduti sui binari del tram bloccando il tratto del vicino Corso Vittorio - Tutte le foto sulla protesta