Camorra, 66 arresti nel napoletano

Sono gli affiliati del clan Pianese-D'Alterio attivo nell'hinterland a nord del capoluogo campano. Catturata anche Raffaella D'Alterio, la donna divenuta capo del gruppo dopo l'uccisione del marito, Nicola Pianese
  • Raffaella D'Alterio, la donna diventata capo del clan camorristico Pianese-D'Alterio dopo l'uccisione del marito, al momento dell'arresto da parte dei carabinieri di Castello di Cisterna (Napoli)
  • Altri 65 suoi affiliati sono stati arrestati su mandato del gip del tribunale di Napoli. Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, rapina, spaccio di stupefacenti, violazione della legge sulle armi
  • Un carabiniere perquisisce la casa di Raffaella D'Alterio
  • Sono stati sequestrati anche beni tra bar, concessionarie di auto, supermercati, abitazioni, conti correnti e auto di grossa cilindrata
  • L'indagine fotografa le attività del clan, dalle alleanze con le più potenti cosche campane, compresi i Casalesi
  • Una delle sessantasei persone affiliate al clan camorristico Pianese-D'Alterio attivo nell'hinterland a nord di Napoli