Wagon Lits, dopo 140 giorni giù dalla torre l’ultimo operaio

Stanislao Focarelli era salito il 3 febbraio sulla torre-faro della Stazione Centrale di Milano per protestare contro la soppressione dei treni notturni. Ora la battaglia continua a terra. “Fino a che non saranno ricollocati i colleghi senza lavoro”, dice
  • Lunedì 18 giugno Stanislao Focarelli, l'ultimo operaio rimasto sulla torre-faro della Stazione Centrale di Milano per protestare contro la soppressione dei treni notturni, è sceso, interrompendo la protesta dopo 140 giorni - Tutte le notizie sulla protesta
  • Focarelli era salito sulla torre il 3 febbraio scorso per protestare contro la soppressione dei treni notturni - Al presidio guardando le partite dell'Italia
  • L'operaio, stanco e affaticato per il caldo, è stato accolto dagli abbracci e dagli applausi dei colleghi, che dall'8 dicembre scorso sono in presidio sui binari della stazione - Tutte le notizie sulla protesta
  • "Abbiamo vinto la lotta per il ripristino dei treni notte, ma il presidio prosegue fino a quando non verranno ricollocati i trenta colleghi rimasti senza lavoro", le sue prime parole - Al presidio guardando le partite dell'Italia
  • Focarelli ha deciso di terminare la protesta grazie al raggiungimento di un accordo per il ripristino del servizio da parte di Ferrovie dello Stato e per il ricollocamento dei lavoratori dal quale, però, sono rimasti esclusi alcuni operai - Tutte le notizie sulla protesta
  • "Lo rifarei - ha spiegato Focarelli - perché si riescono a sopportare i sacrifici, sia fisici che psicologici, quando si combatte per una giusta causa" - Al presidio guardando le partite dell'Italia
  • Non era giusto il taglio di un servizio pubblico che unisce il nord e il sud dell'Italia - ha proseguito - e abbiamo vinto perché abbiamo lottato per un principio di solidarietà” - Tutte le notizie sulla protesta
  • Lunedì 18 giugno Stanislao Focarelli, l'ultimo operaio rimasto sulla torre-faro della Stazione Centrale di Milano per protestare contro la soppressione dei treni notturni, è sceso, interrompendo la protesta dopo 140 giorni - Al presidio guardando le partite dell'Italia
  • Lunedì 18 giugno Stanislao Focarelli, l'ultimo operaio rimasto sulla torre-faro della Stazione Centrale di Milano per protestare contro la soppressione dei treni notturni, è sceso, interrompendo la protesta dopo 140 giorni - Tutte le notizie sulla protesta
  • Lunedì 18 giugno Stanislao Focarelli, l'ultimo operaio rimasto sulla torre-faro della Stazione Centrale di Milano per protestare contro la soppressione dei treni notturni, è sceso, interrompendo la protesta dopo 140 giorni - Al presidio guardando le partite dell'Italia
  • Lunedì 18 giugno Stanislao Focarelli, l'ultimo operaio rimasto sulla torre-faro della Stazione Centrale di Milano per protestare contro la soppressione dei treni notturni, è sceso, interrompendo la protesta dopo 140 giorni - Tutte le notizie sulla protesta
  • Lunedì 18 giugno Stanislao Focarelli, l'ultimo operaio rimasto sulla torre-faro della Stazione Centrale di Milano per protestare contro la soppressione dei treni notturni, è sceso, interrompendo la protesta dopo 140 giorni - Al presidio guardando le partite dell'Italia