Macao avvisa: "Sarà un macello"

Continua l'azione del collettivo milanese, che ha occupato prima l'ex vivaio in zona Fiera, poi l'ex macello in via Molise. FOTO
  • Il collettivo di 'lavoratori dell'arte' di Macao, già protagonista in passato delle occupazioni della Torre Galfa prima e di Palazzo Citterio poi, è tornato ad occupare nuovi spazi a Milano. Tutto su Macao
  • Nella foto l'ex vivaio di Milano, in viale Eginardo. Macao, tra occupazioni e sgomberi. LE FOTO
  • Nella foto il simbolo di Macao. La prima occupazione è stata quella del 5 maggio a Torre Galfa. Un grattacielo di 31 piani
  • Ecco come appariva l'ex vivaio sabato 16 giugno, quando è stato occupato dal collettivo Macao. Pisapia aveva promesso: avrete l'area ex Ansaldo
  • L'occupazione del vivaio è durata 5 ore. Obiettivo: "Sollevare la questione di un nuovo spazio problematico per la città, abbandonato, un buco nel tessuto di Milano" ha spiegato il collettivo. Tutte le foto
  • Alle 20, un centinaio di ragazzi ha preso possesso, o meglio, come sostengono i 'lavoratori dell'arte', ha "liberato" l'ex Macello di viale Molise. Progetto Macao
  • Il collettivo, nelle scorse settimane, aveva occupato prima Torre Galfa poi Palazzo Citterio
  • L'ex macello di via Molise è di proprietà del Comune, abbandonato dal 2005, con la sua palazzina liberty era già stato in passato occupato. Nel 2010 erano stati i militanti del centro sociale cittadino Zam a entrare nello spazio. Macao, il collettivo di artisti