Silvio Berlusconi, tutti i procedimenti penali (chiusi)

Assoluzioni, prescrizioni, depenalizzazioni dei reati contestati, archiviazioni. L’ex premier è stato oggetto di numerosi processi e inchieste. Non è stato mai condannato in via definitiva. A volte anche grazie alle leggi varate dal suo stesso governo. LE FOTO
  • Silvio Berlusconi, accusato di corruzione in atti giudiziari, è stato prosciolto per prescrizione dai giudici della decima sezione penale del tribunale al termine del processo sul caso Mills, durato cinque anni - Il processo Mills, la scheda
  • Berlusconi è stato prosciolto dall’accusa di corruzione semplice nella vicenda della spartizione della Mondadori nel 1991. Non è stato rinviato a giudizio perché il reato nel 2001 era caduto in prescrizione - Berlusconi, reato prescritto per il lodo Mondadori
  • Proscioglimento per intervenuta prescrizione del reato anche nel processo All Iberian 1 (finanziamento illecito al Psi). Mentre il primo grado (nella foto) aveva condannato Berlusconi, appello e Cassazione (2000) ribaltano la sentenza - La Cassazione su All Iberian: Berlusconi "innocente incompleto"
  • Nell’inchiesta cosiddetta “Consolidato Fininvest”, Berlusconi è accusato di falso in bilancio. Nel 2001 viene chiesto il rinvio a giudizio, nel 2003 il gip dichiara il non luogo a procedere per prescrizione del reato - Ma è polemica sul decreto legislativo con cui il governo guidato dal Cavaliere riforma i reati societari
  • Nel 2004 vengono dichiarate prescitte le accuse, mosse a Paolo e Silvio Berlusconi, di falso in bilancio e appropriazione indebita. Al’esame dei giudici era finita la contabilità Fininvest dal 1988 al 1992 - Leggi la notizia
  • Nel 1995 Berlusconi viene indagato per falso in bilancio: il Milan avrebbe versato soldi in nero al Torino per l’acquisto di Gianluigi Lentini. Nel 2002 il processo si conclude con il proscioglimento per intervenuta prescrizione del reato - Leggi la notizia
  • Sentenza di non doversi procedere per l’accusa di falsa testimonianza relativa ad alcune dichiarazioni sotto giuramento di Berlusconi sulla P2. Nel 1990 il reato è stato dichiarato commesso ed estinto per un’amnistia (nella foto un volantino della Lega) - Leggi la notizia
  • Nel 1999 Berlusconi è accusato di appropriazione indebita, frode fiscale e falso in bilancio per l’acquisto dei terreni intorno alla villa di Macherio. Primo grado: assolto per i primi due reati, prescrizione per i due falsi in bilancio. Appello: assoluzione per tre reati, amnistia per un falso in bilancio
  • Nel 2005 Berlusconi è assolto dall’imputazione di falso in bilancio “perché il fatto non è più previsto come reato dalla legge”. È il processo All Iberian 2 (nella foto l'avvocato Gaetano Pecorella, difensore di Berlusconi) - Falso in bilancio, premier assolto: non è reato
  • Processo Sme. Berlusconi è assolto dall’accusa di corruzione in atti giudiziari del giudice Renato Squillante per non aver commesso il fatto e da quella di corruzione ai fini della mancata vendita della Sme perché il fatto non sussiste - In uno stralcio del processo è assolto dall’accusa di falso in bilancio perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato
  • La Cassazione assolve Berlusconi, per non aver commesso il fatto, dall’accusa di aver pagato tangenti a militari della guardia di Finanza. In primo grado era stato condannato, in appello c’era stata la prescrizione per 3 tangenti e l’assoluzione per la quarta
  • “Berlusconi assolto per la vicenda Telecinco perché il fatto non sussiste”. In Spagna l’ex premier era accusato di violazione della legge antitrust, frode fiscale e reati vari a favore dell’emittente Telecinco (nella foto uno studio di Madrid) - A dare l’annuncio nel 2008 è l’avvocato Niccolò Ghedini
  • Per l’acquisto della casa cinematografica Medusa, Berlusconi è accusato di comportamenti illeciti. In primo grado è condannato a 1 anno e 4 mesi per falso in bilancio (pena condonata). Appello e Cassazione lo assolvono perché per la sua ricchezza potrebbe non essere stato al corrente dei fatti contestati
  • Processo Mediatrade. Nell’ottobre 2011 il gup di Milano proscioglie Berlusconi per non aver commesso il fatto. Le accuse erano frode fiscale e concorso in appropriazione indebita - Caso Mediatrade, prosciolto Berlusconi
  • Un presunto patto segreto Rai-Fininvest su pubblicità e palinsesti per ridurre i costi della concorrenza tra le reti. Un’inchiesta, nata a Roma per concussione e spostata a Milano per istigazione alla corruzione, subito archiviata - Leggi la notizia
  • Secondo il libro “Le mille balle blu” di Peter Gomez e Marco Travaglio, “la prima indagine sul Berlusconi imprenditore, per traffico di droga, fu aperta dalla Guardia di Finanza a Milano nel lontano 1983 e poi archiviata” nel 1991 – Leggi un estratto
  • Nel 2000 il gip ha archiviato l’accusa di concorso in corruzione. Il sospetto era che fossero state pagate delle mazzette a dirigenti del ministero delle Finanze per ottenere la diminuzione dell'Iva dal 19 al 4 per cento sulle pay-tv e rimborsi di favore- Berlusconi prosciolto per le tangenti a dirigenti delle Finanze
  • Le procure di Firenze e Caltanissetta, indagando sui mandanti delle stragi del 1992 e 1993, hanno iscritto nel registro degli indagati Berlusconi e Dell’Utri. Entrambe le indagini preliminari sono state chiuse con archiviazione - Leggi la notizia
  • Sempre insieme a Dell’Utri, la procura di Palermo ha indagato Berlusconi per concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di denaro sporco. Il procedimento è stato archiviato nel 2007, al termine delle indagini preliminari - Leggi la notizia
  • Caso Saccà. Berlusconi, nel 2007, è indagato con l’accusa di aver corrotto l’allora presidente di RaiFiction, Agostino Saccà, e di aver istigato alla corruzione alcuni senatori. Nel 2009 il gip archivia il caso perché Saccà “non era da considerare un incaricato di pubblico servizio”
  • Abuso d’ufficio e peculato. Nel 2009 Berlusconi è indagato per un presunto abuso dei voli di stato su cui erano presenti degli ospiti, tra cui Apicella, dell’ex presidente trasportati a Villa Certosa. Il Tribunale dei ministri archivia - Leggi la notizia
  • Diffamazione aggravata dall’uso del mezzo televisivo. La Lega Coop querelò Berlusconi dopo un’intervista su La7 del 2006. Nel 2007 la procura di Roma ha chiesto l’archiviazione perché le dichiarazioni rientravano nell'ambito dell'esercizio delle funzioni di parlamentare previsto dall'articolo 68 della Costituzione