Militari, operai, spalatori: ecco chi risponde all'emergenza neve

Ci sono zone della Marsica dove si sono visti solo i soldati. Operai delle municipalizzate e vigili del fuoco puliscono strade e spargono sale nelle città, tecnici Enel sfidano il gelo per riparare le linee elettriche, forze dell'ordine che spalano e rimuovono alberi. Le foto di chi lavora senza spazio per le polemiche
  • Gli Alpini all'Aquila per liberare le strade da neve e ghiaccio - Tutte le foto dell'eccezionale ondata di maltempo
  • Gli alpini al lavoro per riaprire l'autostrada in Abruzzo - La geografia del caos neve in Italia
  • Ancora i militari dell'Esercito in soccorso delle famiglie isolate della Marsica - Tutte le news sul gelo e le sue conseguenze
  • I Mezzi degli Alpini al lavoro per liberare le strade in provincia dell'Aquila - Italia sottozero: il reportage
  • Tecnici dell'Enel affrontano la tormenta per raggiungere i tralicci abbattuti in provincia di Rimini - A Roma intanto è polemica tra Alemanno e la Protezione Civile
  • Nelle prime ore dell'emergenza si sono contate anche 160 mila persone prive di energia e a due giorni dalla nevicata ci sono ancora intere frazioni al buio e al freddo.
  • Un intervento delicato e pericoloso, che ha riguardato e dovrà riguardare molti punti della rete elettrica nazionale
  • In molti casi è toccato al perosnale del 118 portare soccorso a domicilio ad anziani e malati che non potevano muoversi. Qui un intervento a Sulmona (L'Aquila), colpita dalla eccezionale nevicata
  • Ruspe nel centro città di Sulmona per rendere agibili le strade almeno per i mezzi di soccorso
  • I cittadini obbligati a liberare anche il minimo passaggio per poter passare a piedi attraverso la montagna di neve che si è accumulata
  • Ancora un'immagine che rivela le difficoltà che sta vivendo la popolazione a Sulmona
  • Nelle grandi città del Nord dove i piani antineve hanno retto, l'allarme è per il gelo: qui i City Angels, volontari milanesi, portano pasti caldi ai senza tetto
  • Tra le vittime registrate a causa dell'ondata di freddo, soprattutto clochard nelle grandi città. Qui ancora la distribuzione di aiuti a Milano
  • Dopo le polemiche a Roma sono state mobilitate tutte le persone disponibili: gli operai dell'Ama spargono sale per evitare il pericolo ghiaccio
  • L'obiettivo è liberare le strade e i marciapiedi della capitale dalla neve pima che il ghiaccio paralizzi per molti giorni la circolazione
  • Anche i carabinieri a Roma hanno cercato di favorire la viabilità, resa difficile anche dal crollo di numerosi alberi sotto il peso della neve
  • Una ruspa dei vigili del fuoco libera piazza San Pietro dalla neve
  • Un lavoro che ha reso possibile ad alcuni fedeli assistere al consueto Angelus del Papa
  • Operai comunali al lavoro anche in piazza Venezia a Roma per spalare la neve
  • emergenza neve soccorsi
  • E per trovare strade dove non è rimasto altro da fare che vietare la circolazione per il pericolo ghiaccio