Milano, i taxi si fermano per ricordare Luca Massari

Un anno fa, il 10 ottobre 2010, il tassista veniva aggredito dopo aver investito involontariamente un cane. Morì l’11 novembre, dopo un mese in coma. Il suo aggressore è stato condannato con rito abbreviato a 16 anni. GUARDA LA GALLERY
  • Il 10 ottobre per cinque minuti - dalle 13 alle 13,05 - i taxisti di Milano si sono fermati per ricordare Luca Massari, il loro collega aggredito proprio il 10 ottobre dell'anno scorso - Guarda anche: tassista aggredito per aver investito un cane
  • Una foto di Luca Massari, aggredito il 10 ottobre 2010. Morì dopo un mese, l'11 novembre - Leggi la notizia
  • Una delegazione di tassisti si è ritrovata per un momento di preghiera in largo Caccia Dominioni dove è avvenuto il pestaggio - L’aggressore condannato a 16 anni
  • "Invitiamo tutti ad elevare un pensiero nel ricordo di Luca - spiega una nota dei taxisti -, caduto mentre svolgeva un servizio pubblico a disposizione della città e ci stringiamo attorno ai familiari nella condivisione del dovere" - Tutte le notizie su Luca Massari
  • Sul luogo dell'aggressione si sono recate diverse persone
  • Presente anche il sindaco, Giuliano Pisapia