Lampedusa, gli isolani protestano: "Basta sbarchi"

Sull'isola siciliana cresce la tensione tra i cittadini e la polizia. I residenti hanno chiedono che venga trovata un soluzione. Il sindaco: "Il Governo non ci rispetta, sta mettendo a rischio noi e gli immigrati". LE FOTO
  • Sale la tensione a Lampedusa dopo l'arrivo di altri due barconi carichi di immigrati, che hanno portato il totale dei migranti presenti sull'isola a oltre 4 mila persone Lo speciale sull'emergenza immigrazione
  • Un braccio di ferro tra lampedusani e governo che va avanti e di cui ne stanno facendo le spese gli immigrati appena sbarcati Lo speciale sull'emergenza immigrazione
  • Il problema, ha spiegato il sindaco di Lampedusa, Dino De Rubeis, è legato alle tende che si trovano a bordo del traghetto arrivato questa mattina da Porto Empedocle Lo speciale sull'emergenza immigrazione
  • "Il governo non rispetta la popolazione e sta mettendo in serio pericolo tutti i cittadini di Lampedusa - dice De Rubeis - c'è il rischio di uno scontro con le forze dell'ordine e la responsabilità è di Maroni e di Caruso" Lo speciale sull'emergenza immigrazione
  • Il sindaco ha poi rivolto un appello al presidente della Repubblica Napolitano affinché intervenga nuovamente "per sbloccare la situazione e non fare affondare l'isola" Lo speciale sull'emergenza immigrazione
  • "L'Italia sta consentendo che queste migliaia di immigrati vengano trattati come bestie, obbligate a dormire sotto l'acqua. Tutta l'Italia dovrebbe vergognarsi" ha concluso il sindaco Lo speciale sull'emergenza immigrazione