Rogo Primavalle, 38 anni dopo si riaccende la speranza della verità

Achille Lollo, ex leader di Potere operaio condannato a 18 anni per l'omicidio dei fratelli Stefano e Virgilio Mattei, ma con la pena prescritta, dopo tanti anni di latitanza è tornato in Italia ma davanti ai magistrati si è avvalso della facoltà di non rispondere : LE FOTO
  • Achille Lollo, ex esponente di potere operaio, si reca alla Procura Generale della Repubblica, per l'omicidio dei fratelli Mattei per il rogo di Primavalle
  • Achille Lollo in una foto del 24 febbraio del 1975. Ex leader di Potere Operaio è stato condannato a 18 anni proprio per l'omicidio di Stefano e Virgilio Mattei, ma con la pena prescritta
  • Era la notte tra il 15 ed il 16 aprile del '73 quando Stefano e Virgilio Mattei, figli del segretario della sezione Msi di Primavalle, morirono nel rogo appiccato dai militanti di Potere Operaio Achille Lollo, Manlio Grillo e Marino Clavo
  • Già da diversi anni Lollo, Grillo e Clavo sono liberi dopo l'estinzione della pena. Lollo ha trascorso moltissimi anni in Brasile (parte anche in carcere) e solo da alcuni mesi è rientrato in Italia
  • Lollo (nella foto), Grillo e Clavo sono stati condannati con sentenza definitiva a 18 anni di reclusione ciascuno, ma la pena, attraverso un complesso meccanismo di calcolo, è risultata estinta, per prescrizione, il 12 ottobre 2003
  • I genitori Mattei in una foto del 16 aprile 1973
  • Le foto dei fratelli Stefano Mattei 8 anni e Virgilio di 22 morti nel rogo di Primavalle
  • Elisabetta Lecco nel tribunale di Roma a piazzale Clodio il 18 marzo 1975 durante un'udienza al processo per la morte dei fratelli Stefano e Virgilio Mattei nel rogo di Primavalle
  • Paolo Gaeta durante un'udienza al processo per la morte dei fratelli Stefano e Virgilio Mattei nel rogo di Primavalle, al tribunale di Roma il 18 marzo 1975