Il presepe dei precari: una gru e Gesù che nasce sul tetto

E' l'idea di Don Vitaliano, un sacerdote vicino agli attivisti No global, "per condividere la disperazione di tanti invisibili che sono dovuti salire sui tetti delle fabbriche, delle scuole, delle università, dei laboratori di ricerca, per farsi vedere e sentire". LA GALLERY
  • Nella parrocchia di Mercogliano, in provincia di Avellino, il presepe del Natale 2010 è dedicato ai precari. Ed ecco la gru e Gesù che nasce sul tetto in ricordo delle proteste degli ultimi mesi - I politici, le proteste e la moda del tetto
  • Una gru sul presepe e Cristo che nasce sul tetto della capanna: è così, con i due simboli della protesta dei precari, che Don Vitaliano, il prete vicino agli attivisti No global, ha allestito il presepe - Brescia, giù dalla gru. Finita la protesta degli immigrati
  • Nel titolo che Don Vitaliano ha dato al suo presepe " Natale 2010... e venne ad abitare, precario, in mezzo a noi!" c'è la sintesi del messaggio rivolto a Gesù: "Se quest'anno Tu dovessi rinascere sceglieresti i tetti della disperazione e della dignità" - Notte sul tetto per gli operai di Termini Imerese
  • Nella scena della natività di Don Vitaliano i Magi sono sistemati sulla gru "cCome quei fratelli migranti che da Brescia ci hanno fatto vergognare di essere italiani e cristiani"