Strage di piazza della Loggia, la sentenza arriva quasi 40 anni dopo

Il 28 maggio 1974, a Brescia, una bomba esplode durante una manifestazione antifascista: uccide otto persone e ne ferisce più di cento. A giorni arriverà il giudizio della terza istruttoria
  • Brescia, 28 maggio 1974: una bomba esplode durante una manifestazione antifascista. L'attentato uccide otto persone e ne ferisce un centinaio - Leggi : Piazza della Loggia, sentenza sulla credibilità dello Stato
  • Maurizio Tramonte, uno degli imputati per la strage di piazza della Loggia, in una foto d'archivio. Manlio Milani, che ha perso nell'attentato neofascista sua moglie Livia, oggi dice: - "L’importante è che venga stabilita la verità, non solo per noi vittime ma per l’interesse pubblico"
  • Delfo Zorzi, imputato per la strage di piazza della Loggia, in un'immagine tratta dal Tg3. Da anni vive in Giappone
  • L'ex generale dei carabinieri Francesco Delfino, imputato per la strage di piazza della Loggia, in una foto del 2000
  • Carlo Maria Maggi, imputato per la strage di piazza della Loggia, in un'immagine del 2005
  • Pino Rauti in una foto del 2004, per lui i pm hanno chiesto l'assoluzione
  • Manlio Milani (a sinistra), presidente dell'Associazione dei caduti di piazza della Loggia, e il pm Roberto Di Martino in aula nel 2008
  • Uno dei feriti dell'attentato, il 28 maggio 1974
  • Una delle vittime della strage del 28 maggio 1974 coperta da una bandiera della manifestazione antifascista che era in corso quando esplose la bomba
  • Un operaio soccorre una vittima della strage del 28 maggio 1974
  • La disperazione di chi era in piazza quel giorno per una manifestazione antifascista
  • Un ferito trasportato in ambulanza, dopo la bomba in piazza della Loggia
  • Un'altra vittima coperta da una bandiera il 28 maggio 1974
  • Una bomba nascosta in un cestino causò in piazza della Loggia otto morti tra i manifestanti