Rifiuti, 700mila persone impegnate in "Puliamo il mondo"

Settecentomila cittadini italiani hanno partecipato al weekend di pulizia degli spazi pubblici dai rifiuti abbandonati. I comuni coinvolti sono stati 1.700, con la raccolta di rottami di ogni tipo, elettrodomestici, cartelli stradali, batterie esauste, materassi, mobili e molta plastica
  • Settecentomila cittadini italiani hanno partecipato alla 18/a edizione di 'Puliamo il mondo'
  • L'iniziativa di legambiente prevede la pulizia degli spazi pubblici dai rifiuti abbandonati
  • Torino, interventi di pulizia nel campo Rom di Lungo Stura Lazio
  • I comuni coinvolti sono stati 1.700
  • L'iniziativa è l'edizione italiana di Clean Up The World, la più grande manifestazione di volontariato ambientale del pianeta, nata nel 1989 a Sidney in Australia
  • I volontati sono stati impegnati nella raccolta di rottami di ogni tipo
  • Tra i rifiuti c'era di tutto, elettrodomestici, cartelli stradali, batterie esauste, materassi, mobili e molta plastica
  • "Anche quest'anno - ha dichiarato il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza - si è ripetuto il miracolo: moltissimi cittadini, in tutta Italia, uniti dall'impegno comune di ripulire gli spazi pubblici dai rifiuti abbandonati"
  • Tra i moltissimi centri che si sono mobilitati, il porto di Acciaroli a Pollica (Sa)è stato eletto 'capitale' di Puliamo il Mondo
  • Intanto, i rifiuti tornano ad affliggere la città di Napoli. Leggi la notizia
  • Puliamo il mondo 2010, 18esima edizione dell'iniziativa promossa da Legambiente