Operazione Andromeda, i carabinieri recuperano un tesoro in Svizzera

Con un'operazione durata un decennio, in collaborazione anche con forze dell'intelligence internazionale, i carabinieri hanno recuperato decine di opere archeologiche trafugate
  • Provenienti da necropoli scavate clandestinamente, per lo più in Puglia ma anche in Sardegna, nel Lazio e nella Magna Grecia
  • Un tesoro che ammonta a 15 milioni di euro
  • Le opere sono di epoca compresa tra l'VIII secolo a.C e il IV secolo d.C.
  • oggetti di notevolissime dimensioni, ed in parte in ottimo stato di conservazione
  • I reperti, rimpatriati da Ginevra, sono stati sequestrati dalle autorità svizzere
  • Iniziata con indagini sul “caso Medici”, trafficante internazionale di materiali archeologici, la vicenda ha coinvolto nel tempo una serie di società di comodo
  • A seguito di ulteriori rogatorie, sono stati perquisiti a Ginevra locali riconducibili ad un mercante giapponese
  • l'intenzione è ora di restituirli alle Regioni di provenienza
  • Le indagini hanno visto la perfetta collaborazione tra la Magistratura Elvetica, le Polizie cantonali di Ginevra e Basilea e le Autorità italiane