Manifestazione a L'Aquila: "Riapriamo la città, io non ridevo"

"Io non ridevo alle 3,32". E' lo slogan scandito - ma molti lo avevano scritto negli striscioni e altri sulle magliette - da circa trecento giovani che a L'Aquila hanno manifestato la propria indignazione per le risate di alcuni imprenditori nella notte del terremoto pensando agli affari che avrebbero potuto fare con la ricostruzione