Milano, scontri e tafferugli tra immigrati dopo l'omicidio di un ragazzo egiziano

Auto ribaltate, vetrine dei negozi spaccati. Tensione tra africani e sudamericani in via Padova subito dopo l'uccisione di un 19enne. Le foto
  • 13 febbraio 2010, scontri tra immigrati a Milano in seguito all'omicidio di un ragazzo egiziano
  • Nella foto il giovane egiziano ucciso sabato 13 febbraio a Milano. Si chiamava Ahmed Mamdouh Abdel-Aziz el-Sai
  • 13 febbraio 2010, tafferugli tra africani e sudamericani in via Padova
  • 13 febbraio 2010, scontri tra immigrati a Milano in seguito all'omicidio di un ragazzo egiziano
  • 13 febbraio 2010, tafferugli tra africani e sudamericani in via Padova
  • 13 febbraio 2010, tafferugli tra africani e sudamericani in via Padova
  • 13 febbraio 2010, scontri tra immigrati a Milano in seguito all'omicidio di un ragazzo egiziano
  • 13 febbraio 2010, tafferugli tra africani e sudamericani in via Padova
  • Un'immagine degli scontri tra immigrati a Milano
  • 13 febbraio 2010, tafferugli tra africani e sudamericani in via Padova
  • 13 febbraio 2010, scontri tra immigrati a Milano in seguito all'omicidio di un ragazzo egiziano
  • Un'immagine degli scontri tra immigrati a Milano
  • 13 febbraio 2010, tafferugli tra africani e sudamericani in via Padova
  • Un'immagine degli scontri tra immigrati a Milano
  • Milano, 14 febbraio. Fiori sul luogo dove è stato accoltellato il giovane egiziano. L'omicidio a coltellate di un egiziano di 19 anni è nato dopo una lite per un banale piede pestato. Dopo la guerriglia la gente dice basta
  • Milano 14 febbraio, militari presidiano la zona della rivolta. E nel capoluogo lombrado si accende la polemica sull'immigrazione
  • Sono quattro i fermati per gli scontri di ieri. La lite sarebbe nata per un banale piede pestato. Il video della guerriglia
  • Una veduta dell'appartamento in via Arquà 16 a Milano in cui era ospitato il giovane egiziano ucciso
  • Una veduta dell'appartamento in via Arquà 16 a Milano in cui era ospitato il giovane egiziano ucciso