Camorra, sequestrato il tesoro dei Casalesi

La Dia (Direzione Investigativa Antimafia) partenopea ha sequestrato stamani beni per 120 milioni di euro circa appartenenti a uomini ritenuti vicini al clan camorristico dei Casalesi
  • 25 novembre 2009 - I beni sequestrati sono ritenuti appartenenti alle famiglie Belforte, Bidognetti e Zagaria.
  • 25 novembre 2009 - Tra i beni sottoposti a sequestro c'è una villa di oltre 4.000 metri quadrati in località Vaccheria, zona panoramica di Caserta
  • 25 novembre 2009 - Sequestrata anche una villa in costruzione di oltre 2.000 metri quadrati, a Porto San Paolo in Sardegna
  • 25 novembre 2009 - Tra i beni sequestrati anche 52 rapporti finanziari e denaro contante per oltre due milioni di euro
  • 25 novembre 2009 - Sotto sequestro anche 39 appartamenti, 43 garage e 17 società oltre a numerose macchine di lusso e moto di grossa cilindrata
  • 25 novembre 2009 - Le persone a cui sono stati sequestrati i beni sono ritenuti riciclatori dei soldi del clan dei Casalesi
  • 25 novembre 2009 - I presunti prestanome delle famiglie camorristiche acquistavano beni immobili alle aste giudiziarie, ottenendo così la proprietà di lussuosi appartamenti a prezzi molto inferiori a quelli di mercato
  • 25 novembre 2009 - L’operazione, denominata "Faraone", ha posto i sigilli a beni immobili e finanziari per un valore complessivo di 120milioni di euro, di cui 2 milioni in contanti o titoli al portatore