Emanuela Orlandi, dopo 26 anni il primo indagato. Svolta nel giallo

E' stato identificato 'Mario', il telefonista che chiamò a casa di Emanuela il 28 giugno del 1983, pochi giorni dopo che la ragazza era sparita a Roma. Si tratta di un pregiudicato affiliato alla banda della Magliana e agli ordini di Enrico De Pedis. La superteste Minardi ai pm: Emanuela è morta, seppellita a Torvajanica
  • A 26 anni di distanza dal rapimento di Emanuela Orlandi, avvenuto il 22 giugno dell'83, c'è un primo indagato nell'inchiesta avviata sulla vicenda della Procura della Repubblica di Roma
  • E' una persona che identificandosi con il nome 'Mario' il 28 giugno dell'83 a poco tempo dalla scomparsa della Orlandi telefonò a casa della ragazza. Tutte le notizie sul caso Orlandi
  • mario il telefonista è stato identificato dalla superteste Sabrina Minardi, ex compagna di De Pedis, vertice della banda della Magliana
  • De Pedis secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori è colui che avrebbe gestito il sequestro di Emanuela Orlandi
  • Emanuela, cittadina vaticana, figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, scomparve in circostanze misteriose il 22 giugno 1983 all'età di 15 anni. Le tappe della vicenda
  • Il padre di Emanuela, dipendente vaticano, e' morto cinque anni fa, all' inizio di marzo del 2004 . La madre: "Sono passati 26 anni nell' attesa di riabbracciarla"
  • La Minardi ha anche ribadito che Emanuela venne uccisa "alcuni mesi dopo" la scomparsa del 22 giugno e il suo corpo fu gettato, dentro un sacco, in una betoniera, all'interno di un cantiere nella zona di Torvajanica
  • Dopo oltre 26 anni l'inchiesta sulla scomparsa di Emanuela Orlandi registra oggi la prima svolta concreta: un volto e un nome finiti sul registro degli indagati. Sono quelli di "Mario", il telefonista
  • Emanuela Orlandi e' morta. Lo ha confermato ieri, stavolta con piu' precisione rispetto alle prime deposizioni di un anno e mezzo fa, la supertestimone Sabrina Minardi al procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e al pm Simona Maisto