Delitto di Garlasco, la perizia medico-legale scagiona Alberto Stasi

Il documento depositato al tribunale di Vigevano avvalorerebbe l'alibi di Stasi. Il perito medico-legale era stato nominato per far luce sull'ora della morte della giovane Chiara, assassinata il 13 agosto 2007 nella sua villetta a Garlasco. Unico imputato dell'omicidio il fidanzato della ragazza che si è sempre proclamato innocente
  • La perizia medico-legale super partes richiesta dal giudice scagiona di fatto Alberto Stasi dall'accusa di aver ucciso Chiara Poggi. Leggi alcuni passaggi della superperizia
  • Chiara Poggi è stata assassinata il 13 agosto 2007 nella sua villetta a Garlasco, in provincia di Pavia. Aveva 26 anni
  • Alberto Stasi è l'unico imputato dell'omicidio. Si è proclamato innocente. Tutte le notizia sul delitto di Garlasco
  • Secondo il perito Stasi poteva avere le scarpe pulite pur essendo stato sulla scena del delitto. La perizia del medico legale scagiona Stasi
  • 'Possiamo ritenere che meno di 40 minuti dopo il riferito passaggio di Alberto Stasi nell'abitazione, almeno una buona parte del sangue presente sul pavimento del pian terreno - e eventualmente anche la sua totalità - fosse secca'. Questo è un passaggio della superperizia depositata a Vigevano
  • Il medico legale ritiene che il materiale biologico di Chiara rinvenuto sui pedali della bicicletta sequestrata a Stasi possa non essere sangue.
  • Per il medico legale Lorenzo Varetto 'appare del tutto irrilevante' il riscontro sul portasapone, nel bagno della villetta del delitto, di un'impronta digitale di Stasi e del dna di Chiara. Garlasco, la verità di Alberto Stasi
  • La perizia medico-legale sull'orario della morte di Chiara Poggi è stata depositata la tribunale di Vigevano
  • L'ora della morte è un elemento che potrebbe rivelarsi chiave per dimostrare l'innocenza o la colpevolezza dell'unico imputato, Alberto Stasi, l'allora fidanzato della vittima
  • Nella foto Rita Preda, madre di Chiara Poggi