Siracusa, bimbo di 11 anni spara al fratellino con carabina del nonno

Il nonno del bambino che ha sparato al fratello era noto alle Forze dell'ordine (LaPresse)
2' di lettura

L'uomo non aveva messo in sicurezza l'arma, è stato arrestato per detenzione illegale e lesioni colpose. Il piccolo di 9 anni rimasto ferito non è in gravi condizioni.

Tragedia sfiorata a Siracusa. Un bambino di undici anni ha sparato al fratellino minore di nove anni. Il nonno, che non aveva messo in sicurezza la carabina, è stato arrestato.

Colpo accidentale

Il fatto si è verificato nella serata di martedì 3 febbraio nella città siciliana. Un bambino di undici anni ha trovato l'arma in casa, una carabina ad aria compressa, e l'ha presa in mano. Dopo di che ha sparato accidentalmente un colpo ferendo il fratellino minore di nove anni.

Condizioni non gravi

Il piccolo è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Umberto I per una ferita alla testa causata dal piombino esploso dalla carabina.  Non sarebbe in gravi condizioni. Gli agenti delle Volanti insieme a quelli della Squadra mobile sono intervenuti nell'abitazione del nonno e lo hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi comuni da sparo e denunciato per lesioni personali colpose.

Armi in casa

Durante la perquisizione, gli agenti hanno infatti trovato la carabina ad aria compressa con 25 piombini calibro 4,5 e una pistola calibro 7,65 con 52 cartucce. Il nipote di undici anni ha potuto sparare perché l'arma non era stata messa in sicurezza. L'uomo è stato posto agli arresti domiciliari.

Leggi tutto
Prossimo articolo