Skinhead Como: perquisizioni in casa di militanti

3' di lettura

L'operazione della polizia nei confronti di appartenenti alla formazione di estrema destra che nei giorni scorsi ha fatto irruzione durante la riunione di un'associazione a sostegno dei migranti

Tredici perquisizioni sono scattate questa mattina da parte della polizia nei confronti di appartenenti alla formazione di estrema destra che nei giorni scorsi ha fatto irruzione in un circolo di Como. Le perquisizioni sono state disposte dalla procura comasca.

Le indagini

Gli uomini della polizia hanno perquisito le abitazioni di diversi militanti del Veneto Fronte Skinhead tra Como, Brescia, Genova, Lodi, Mantova e Piacenza. I militanti perquisiti sono indagati per violenza privata in concorso. Le perquisizioni sono state effettuate dagli agenti della Digos di Como coordinati dall'antiterrorismo. Nei confronti degli attivisti locali il Questore di Como ha avviato il procedimento per l'adozione dell"Avviso Orale' mentre ai militanti  delle altre province è stato contestualmente notificato il provvedimento del "Foglio di Via Obbligatorio".

Identificati dai video

Gli investigatori, grazie alle riprese audio-video, hanno individuato - dice una nota della Polizia - "tutti i responsabili dell'azione, noti appartenenti al gruppo di destra, già evidenziatisi per la partecipazione ad iniziative propagandistiche in varie località del territorio nazionale ed, in alcuni casi, per il compimento di illegalità ed azioni violente".

Sequestrati pc e tablet

Durante le perquisizioni sono stati sequestrati pc, tablet e altri supporti informatici per accertare se i responsabili dell'irruzione al circolo di Como avessero pianificato il blitz da tempo e in quale luogo è partita l'iniziativa. Gli investigatori vogliono anche accertare se si tratti di un fatto isolato o che rientri in una strategia più articolata e più ampia. Si sta cercando anche sul materiale informatico il volantino che è stato letto. 

Vietato sit-in Forza Nuova

Ieri il questore di Como ha vietato un sit-in indetto da Forza Nuova per sabato 9 dicembre in concomitanza con la manifestazione del Pd e di altre forze della società civile convocata dopo l'irruzione di alcuni skinhead alla riunione dell'associazione pro-immigrati.

Blitz di Forza Nuova a la Repubblica

E proprio Forza Nuova ieri ha dato vita ad una "spedizione" sotto la redazione de la Repubblica a Roma. Un blitz con striscioni e torce nel corso del quale un portavoce del movimento ha letto la 'dichiarazione di guerra' contro il Gruppo L'Espresso".

Leggi tutto
Prossimo articolo