Sicilia, arrestato per estorsione candidato M5s alle elezioni

2' di lettura

L’imprenditore 42enne Fabrizio La Gaipa è ai domiciliari dopo le accuse di alcuni suoi dipendenti. Alle ultime regionali siciliane aveva raccolto oltre 4mila voti risultando il primo dei non eletti nella provincia di Agrigento

La Squadra mobile di Agrigento ha arrestato con l’accusa di estorsione Fabrizio La Gaipa, imprenditore di 42 anni, candidato con il M5s alle ultime elezioni regionali siciliane, dove è stato il primo dei non eletti nella provincia di Agrigento.

Le accuse

La Gaipa, già presidente del Distretto turistico Valle dei Templi e attualmente gestore di un albergo ad Agrigento, è stato accusato da alcuni suoi dipendenti che sarebbero stati costretti a firmare false buste paga. L’uomo al momento si trova ai domiciliari per la presunta estorsione. Insieme a Fabrizio La Gaipa risulta indagato nella stessa inchiesta anche il fratello Salvatore, per il quale i magistrati hanno disposto il divieto di dimora in città.

L'exploit alle elezioni

Alle elezioni dello scorso 5 novembre, l'imprenditore alberghiero, titolare di una struttura sul litorale agrigentino di San Leone, era l'unico candidato del capoluogo nel collegio di Agrigento ed era giunto terzo con 4357 voti, risultando il primo dei non eletti. Alla sua campagna elettorale avevano partecipato anche il vice presidente della Camera Luigi Di Maio, il parlamentare Alessandro Di Battista e il candidato a Governatore in Sicilia Giancarlo Cancelleri.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24