Uomo soffocato nel sonno nel Torinese, fermata la sorella

Dalle prime ricostruzioni emerge che a dare l'allarme ai militari sarebbe stata un'amica di famiglia (Ansa, foto di repertorio)
1' di lettura

La vittima è stata ritrovata con un sacchetto avvolto in testa all’interno in una abitazione nella frazione Spineto di Castellamonte

In un'abitazione della frazione Spineto di Castellamonte, in provincia di Torino, è stato ritrovato il corpo senza vita di un uomo di 60 anni, che sarebbe stato ucciso nel sonno. A rinvenirlo sono stati i Carabinieri della compagnia di Ivrea, secondo i quali la vittima è stata scoperta intorno alle 8 di mattina con un sacchetto avvolto in testa. Secondo le prime indagini dei militari dell’Arma, i principali sospetti ricadrebbero sulla sorella 64enne dell’uomo, che è stata fermata.

Donna afflitta da crisi depressive

Al momento i Carabinieri, coordinati dalla procura di Ivrea, stanno ancora intervendo sul luogo del delitto e attendono l'arrivo del medico legale. Dalle prime ricostruzioni emerge che a dare l'allarme ai militari sarebbe stata un'amica di famiglia a cui la donna, che soffrirebbe di crisi depressive, avrebbe confessato di aver soffocato il fratello. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24