Esplosione in industria chimica nel mantovano: due operai feriti

Immagine del luogo dell'esplosione (Google Maps)
1' di lettura

Deflagrato un serbatoio di azoto alla Chimica Pomponesco. Due lavoratori sono stati ricoverati in ospedale, ma non avrebbero riportato ferite gravi. Per ora, nessun problema legato all’inquinamento ambientale

Forte esplosione questa mattina, poco dopo le 7, nel basso mantovano. L’episodio ha interessato la Chimica Pomponesco, un’industria alle porte dell'omonimo Comune, dove è deflagrato un serbatoio di azoto e dove due operai sono rimasti feriti, ma non in modo grave. Dopo essere stati soccorsi dal 118, sono stati ricoverati all’ospedale di Oglio Po.

No pericolo per danni ambientali

Nell’esplosione è rimasto molto danneggiato un capannone. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco di Mantova e di Viadana. Ancora in via di accertamento le cause che hanno portato alla deflagrazione e per il momento, non ci sarebbero problemi legati all’inquinamento ambientale. I residenti della zona hanno raccontato di aver sentito un boato che ha fatto pensare subito a una scossa di terremoto.

Leggi tutto
Prossimo articolo