Max Biaggi lascia la rianimazione: "È il regalo più bello"

2' di lettura

Il pilota, in ospedale dopo l’incidente del 9 giugno, verrà dimesso in pochi giorni. Poi dovrebbe iniziare la fisioterapia in una struttura privata. Oggi, nel giorno del suo 46esimo compleanno, ha ricevuto un augurio speciale dalla fidanzata Bianca Atzei.

Max Biaggi è uscito dalla rianimazione ed è stato trasferito nel reparto di chirurgia toracica nello stesso ospedale romano San Camillo, dove è ricoverato da oltre due settimane, dopo un incidente durante le prove di allenamento sul circuito di Latina. La notizia del trasferimento è stata diffusa oggi, giorno del compleanno del pilota. Max Biaggi verrà tenuto in osservazione per uno-due giorni e poi inizierà la fisioterapia, probabilmente in una struttura privata. 

"Il regalo più bello è uscire dalla rianimazione"

Oggi l'ex campione del mondo compie 46 anni e ha voluto salutare i suoi supporter con un tweet: "Stavolta ho rischiato di non esserci, il regalo più bello è uscire dalla rianimazione dopo 17 giorni. Grazie per tutti gli auguri di compleanno e per tutto l'affetto ricevuto ogni giorno. Indimenticabile. Vi voglio bene. Max #ritornoallavita #paura #maxisback". 

Il post della fidanzata su Instagram

“Auguro a tutte le donne di trovare un uomo come te”. Con queste parole su Instagram la cantante Bianca Atzei ha deciso di festeggiare il compleanno del compagno, ancora ricoverato in ospedale dopo l’incidente del 9 giugno. La trentenne di origini sarde ha pubblicato dall’ospedale una foto con Biaggi e ha scritto: “Hai vinto la sfida più importante... la tua vita! Buon compleanno amore mio e grazie per avermi fatto capire che l'amore non è sempre uguale e può essere un dono meraviglioso che ricevi. Auguro a tutte le donne di trovare un uomo come te”. Il post ha raccolto in due ore quasi 18mila like e moltissimi commenti di sostegno e di auguri al pilota.

L’incidente

Max Biaggi ha avuto un incidente durante un giro di prova sulla pista del Saggittario a Latina mentre si stava allenando per gli Internazionali di Supermoto nella classe Onroad. Quelle che inizialmente erano sembrate solo delle costole rotte si sono rivelate poi tasselli di un quadro clinico più serio che ha costretto il motociclista a sottoporsi a due interventi chirurgici.

Leggi tutto