Truffe agli anziani, 15 arresti nel Casertano

Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Fotogramma)
2' di lettura

Almeno 37 i colpi messi a segno tra giugno e ottobre 2016, che avrebbero fruttato più di 40mila euro in totale

Si presentavano sostenendo di essere parenti a casa di persone anziane che vivono sole, il più delle volte chiamandole "nonno" o "zio" per instaurare un legame "intimo". Poi chiedevano dei soldi per un oggetto che sarebbe stato consegnato da un corriere. La somma richiesta andava dai mille ai tremila euro. Quindici persone sono state arrestate per truffe ad anziani nel Casertano e in altre zone della Campania. Nel periodo compreso tra giugno e ottobre 2016 avrebbero messo a segno almeno 37 colpi.

L'operazione dei Carabinieri di Caserta

A eseguire le misure di custodia cautelare emesse dal Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) nei confronti dei 15 indagati sono stati i Carabinieri di Caserta. Gli arrestati sono indagati a vario titolo per associazione a delinquere finalizzata alla truffa in danno di anziani. Dalle indagini è emerso come le truffe messe a segno dall'organizzazione tra i mesi di giugno e ottobre dello scorso anno siano state 37, per un bottino totale di oltre 40mila euro in contanti. Le vittime, oltre che nel Casertano, si trovavano nelle province di Napoli e Benevento.

L'indagine avviata nel 2016

L'indagine è stata avviata all'inizio del 2016 ed è stata condotta anche attraverso attività tecniche. Delle 15 persone raggiunte dai provvedimenti della magistratura, undici sono dietro le sbarre e quattro ai domiciliari. Alcune di loro provvedevano alla raccolta delle informazioni, individuando le vittime. Altre invece si occupavano di mettere a segno i colpi.

 

Data ultima modifica 12 giugno 2017 ore 12:24

Leggi tutto