Torino, esce dal coma la giovane ferita in piazza San Carlo

2' di lettura

La 26enne, schiacciata nella serata del 3 giugno dalla folla che scappava in preda al panico, era stata ricoverata all’ospedale Molinette per un grave trauma toracico. La giovane è stata estubata dai medici: è sveglia e cosciente ma la prognosi resta ancora riservata

La 26enne rimasta gravemente ferita durante la calca in piazza San Carlo, a Torino, è uscita dal coma. La giovane, originaria di Monasterace (Reggio Calabria), era stata ricoverata nella Rianimazione universitaria dell'ospedale Molinette per un grave trauma toracico. È stata estubata dai medici: respira spontaneamente ed è sveglia e cosciente, secondo quanto riferiscono fonti sanitarie. A quasi una settimana dalla notte di panico e di paura, la prognosi resta però riservata. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, è tornata questa mattina a far visita in ospedale ai feriti.

In piazza con il fidanzato

La 26enne, che si trovava in piazza con il fidanzato, era una delle ferite in condizioni più gravi dopo la ressa scoppiata a Torino. Durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid, trasmessa su un maxischermo in piazza San Carlo, un’ondata di panico ha fatto scappare senza un motivo migliaia di persone che stavano assistendo alla partita. Nella calca molte persone sono cadute venendo poi travolte dalla folla in fuga.

Migliora anche il bimbo ferito

Nella giornata di ieri sono migliorate anche le condizioni di Kelvin, il bimbo di 7 anni rimasto ferito. Il piccolo, appena sveglio, ha chiesto al papà dove si trovasse e quando potrà tornare a giocare a calcio. Il bambino, salvato da un militare e altri due giovani, sta meglio e dopo essersi svegliato dal coma è stato trasferito dalla Rianimazione in un reparto di degenza.

Leggi tutto