Agguato in strada a Palermo, ucciso il boss Dainotti

1' di lettura

L’uomo era uscito dal carcere nel 2014. Era in bici nel quartiere Zisa quando è stato affiancato da due killer che lo hanno freddato da vicino

Il boss Giuseppe Dainotti è stato ucciso questa mattina a Palermo in un agguato. È successo in via D’Ossuna, nel quartiere Zisa: la vittima, 67 anni, era in bici quando è stato affiancato da due killer, forse in moto, che lo hanno freddato da vicino.

Indaga la Dda

A chiamare la polizia sono stati alcuni residenti della zona che hanno sentito i colpi di arma da fuoco.Sul luogo del delitto la squadra mobile e il pm della Dda Anna Maria Picozzi.

Esponente di spicco di Cosa Nostra

Il capomafia Giuseppe Dainotti era uscito dal carcere nel 2014. Dainotti, ritenuto un esponente di spicco di Cosa nostra, era un fedelissimo del capomafia Salvatore Cancemi. Una vera e propria esecuzione contro colui che sarebbe stato già da anni indicato con un obiettivo. Venti di guerra di mafia alla vigilia del 25esimo anniversario delle stragi del '92. 

Leggi tutto