Giornata Dimore Storiche, aprono le porte oltre 300 castelli e ville

Il giardino di Palazzo Borromeo D'Adda, uno dei beni visitabili nell'iniziativa (Fotogramma)
2' di lettura

Sabato 20 e domenica 21 maggio saranno visitabili gratuitamente tantissimi siti di pregio in tutta l'Italia. Tra questi Palazzo Odescalchi a Roma, Palazzo Belgioioso a Milano e i cortili di sette abitazioni storiche a Napoli

L'Associazione Dimore Storiche Italiane (Adsi) compie 40 anni e, per celebrare questa ricorrenza e contemporaneamente la sua Giornata Nazionale, l'organizzazione lancia un "grand tour" in oltre 300 siti d'interesse presenti in tutta la penisola. Sabato 20 e domenica 21 maggio infatti saranno visitabili gratuitamente castelli, ville, residenze storiche, cortili, casali e giardini.

Il supporto degli studenti

A far da ciceroni in tutti questi luoghi ricchi di storia, bellezza e cultura, ci saranno numerosi studenti delle scuole medie superiori, che guideranno i visitatori insieme ai proprietari delle strutture nella scoperta di questi spazi spesso poco noti. I ragazzi sono stati coinvolti grazie a una partnership siglata con il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, nell’ambito dei programmi di alternanza scuola-lavoro.

Le principali attrazioni

Fra i siti più interessanti da visitare a Roma ci saranno il Palazzo Odescalchi, il Palazzo Pamphilj, il Palazzo Sforza Cesarini, nonché il Palazzo Torlonia, oltre a trenta cortili di altre strutture capitoline di pregio. Giardini a disposizione pure a Milano, in Via Manzoni, per un'opportunità che si accompagna alle aperture, tra gli altri, di Palazzo Belgioioso, Casa del Bono e Palazzo Borromeo D'Adda. Anche a Napoli ci sarà poi la possibilità di visitare i cortili e i giardini di 7 dimore storiche.

L'obiettivo dell'iniziativa

In concomitanza con la riapertura del Foro Romano di notte, la Festa dei Musei e la Notte dei Musei europei, la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane è un'occasione per valorizzare e sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della conservazione e della valorizzazione dei beni culturali privati. La tutela di questi stabili è affidata ai proprietari, anche se i siti sono soggetti a vincolo da parte della Soprintendenza Archeologica delle Belle Arti e Paesaggio. Tra gli obiettivi della Giornata Nazionale c'è anche quello di dare visibilità ai maestri che si occupano proprio della manutenzione delle dimore, dei giardini e degli oggetti d'arte che le decorano. "Dimore storiche, parchi e castelli costituiscono una parte rilevante del patrimonio storico-architettonico italiano e rappresentano una forte attrazione per i turisti, italiani e stranieri, non solo verso le grandi città d’arte, ma soprattutto verso i borghi e i centri secondari," si legge sul sito dell'Adsi, che mette a disposizione anche i programmi delle attività dettagliati per ogni regione.

 

Leggi tutto