Terremoto, a Norcia inaugurata la nuova scuola materna

3' di lettura

Realizzata dalla Fondazione “Francesca Rava”, ospiterà 120 bambini dal prossimo anno scolastico. Consegnate anche 28 nuove casette agli sfollati della cittadina umbra

Prosegue la ricostruzione a Norcia, dove il 9 maggio è stata ufficialmente inaugurata la nuova sede della scuola materna municipale.

Verso la normalità

L'apertura del nuovo edificio, in grado di ospitare fino a 120 bambini, è stata salutata dalla comunità locale e dai rappresentanti della Fondazione “Francesca Rava” che ha sostenuto i costi di realizzazione della scuola. Una nuova simbolica vittoria per la cittadina pesantemente colpita - ma non distrutta - dalla potente scossa di terremoto del 30 ottobre 2016. E che solo poche settimane fa aveva inaugurato la struttura destinata alle scuole elementari. “È una grandissima emozione restituire la scuola materna alla città, alla comunità e soprattutto ai bambini. Per noi la ricostruzione che passa attraverso l'educazione è un'infanzia felice”, ha sostenuto Maria Chiara Roti, vice presidente della Fondazione “Francesca Rava”. Al taglio del nastro ha partecipato anche Martina Colombari, testimonial della Fondazione Rava per Haiti e per le zone terremotate. “Con la realizzazione di queste nuove scuole si dà una speranza a tutta la comunita”, ha detto la Colombari, che non ha nascosto l'emozione quando ha letto il suo nome su una targa appesa fuori da una delle aule. L'ultimo sforzo ora, almeno per quanto riguarda il settore scuola, ha come data quella del 23 maggio, quando verrà inaugurato l'edificio che ospiterà le scuole medie con cui, di fatto, si completerà la realizzazione delle nuove scuole nursine a nove mesi dalla prima scossa. Sembra a portata di mano dunque l'obiettivo di riavviare il normale corso delle attività didattiche del centro scolastico omnicomprensivo cittadino, che dal prossimo 1° settembre coinvolgerà oltre 750 studenti dalle materne alle superiori.

Consegnate altre 28 casette

Sempre il 9 maggio sono state consegnate agli sfollati del terremoto altre 28 casette che fanno parte del lotto di 63 realizzate nella zona industriale della città. Sono ora 101 le soluzioni abitative d'emergenza (Sae) realizzate in città dopo i vari crolli verificatisi il 30 ottobre. Commentando la consegna, che riguarda anche le Sae della frazione di San Pellegrino, il sindaco Nicola Alemanno ha detto: “La consegna del quarto villaggio è per noi un motivo di grande soddisfazione. Entro l'estate contiamo di consegnare tutte le casette”. Che saranno in tutto 500, divise fra le 350 di Norcia capoluogo e quelle destinate alle varie frazioni. Intanto è stato reso noto il termine, fissato dal Comune per il 15 maggio, per la presentazione delle richieste per ottenere una delle casette ancora da costruire. Fra queste ce ne sono 90 già in fase di realizzazione nella zona industriale, e altre 95 che verranno situate in via Montedoro e via XX Settembre.

Leggi tutto