Sequestro di giocattoli pericolosi nel Ragusano

Alcuni giocattoli contraffatti e pericolosi sequestrati lo scorso 1° aprile a Milano (foto d'archivio, Fotogramma)
1' di lettura

Guardia di finanza in azione in un magazzino di Modica: circa 135mila i prodotti sottoposti al provvedimento, per un valore di circa 200mila euro. Non avevano requisiti di sicurezza e identificabilità previsti dalla normativa

Oltre 135mila giocattoli “insicuri” sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza in un grande magazzino di Modica, in provincia di Ragusa. Il valore dei prodotti si aggira sui 200mila euro.

 

Prodotti non conformi ai requisiti europei

I pezzi finiti sotto sequestro non sarebbero risultati conformi ai requisiti disposti dall'Unione Europea come accertato dai finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria. La merce risulterebbe priva del marchio "Ce", oltre che della documentazione fiscale che avrebbe dovuto certificare l'acquisto sul territorio della Ue, dell'etichettatura sull'identità del fabbricante e di altre informazioni utili sull’origine dei prodotti.

 

La lista nera dei giocattoli pericolosi

Molti giocattoli sono risultati inseriti nel sistema di allerta europeo denominato "Rapex", in quanto pericolosi per i consumatori. Questo sistema permette alle Autorità  nazionali degli Stati membri di comunicare alla Commissione Europea i prodotti (ad eccezione di alimenti, farmaci e presidi medici) che rappresentano un rischio grave per la sicurezza dei consumatori. Gli articoli sono stati sottoposti a sequestro amministrativo, mentre il proprietario è stato segnalato alla Camera di commercio di Ragusa per violazioni alla normativa che disciplina la sicurezza sui giocattoli. In base a quanto prevede il Codice del consumo, rischia sanzioni fino a 25.823 euro.  

Leggi tutto