400mila euro nascosti al fisco, scoperto a Cosenza dentista evasore

L'operazione della Guardia di Finanza ha portato alla luce una frode da 400mila euro (Fotogramma)
2' di lettura

Accertata dai militari un'evasione fiscale di oltre 100mila euro per redditi che non sarebbero mai stati dichiarati. Il professionista, inoltre, non avrebbe rispettato le norme igienico-sanitarie

Avrebbe accumulato, grazie al suo lavoro di dentista, guadagni per oltre 400mila euro. Ma il Fisco, però, era all'oscuro. Il presunto evasore è stato smascherato dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Cosenza che, a seguito di un controllo fiscale, avrebbe accertato un’imposta evasa per circa 100mila euro.

"Sconosciuto al fisco"

Secondo gli accertamenti eseguiti dai militari delle Fiamme gialle cosentini, il dentista calabrese esercitava normalmente la professione medica, ma senza aver presentato alcuna dichiarazione patrimoniale. Pur avendo conseguito redditi per oltre 400mila euro, come hanno rivelato gli accertamenti fiscali

I controlli

Durante il controllo effettuato dai finanzieri nello studio dell’odontoiatra, sono stati trovati appunti, varie annotazioni su registri contabili improvvisati e file informatici. Documenti che hanno permesso di ricostruire l’attività svolta dal dentista, e il relativo giro d’affari.

La mancata dichiarazione

Gli investigatori hanno accertato un’evasione di imposta di circa 100mila euro. A seguito dei controlli, è stata richiesta l’ipoteca sui beni del medico evasore, e l’autorizzazione a procedure al sequestro conservativo degli stessi, a garanzia dei debiti maturati con l’amministrazione erariale, e i relativi interessi.

La chiusura dello studio

A seguito delle ispezioni delle fiamme gialle, altri provvedimenti sono stati adottati dalle autorità sanitarie locali. Lo studio è stato chiuso per il mancato rispetto delle norme igieniche prescritte dalla legge.

Leggi tutto