Caso Cucchi: la Cassazione annulla le assoluzioni dei medici

2' di lettura

La Suprema Corte ha accolto il ricorso della Procura di Roma, ma dal 20 aprile scatta la prescrizione. La sorella Ilaria: "Segnale di speranza"

Sono stati annullati dalla Cassazione i proscioglimenti dei cinque medici indagati per l'omicidio colposo di Stefano Cucchi. La Suprema Corte accolto il ricorso della Procura di Roma contro le assoluzioni dei camici bianchi, richiesta che ha trovato una valida sponda nel Pg Antonio Mura.

Dal 20 aprile scatta la prescrizione

"Domani scatta la prescrizione ma oggi c'è ancora tempo per fare giustizia e annullare con rinvio le assoluzioni dei cinque medici prosciolti per l'omicidio colposo di Stefano Cucchi: il verdetto dell'appello bis presenta molteplici aspetti critici e i giudici hanno sovrapposto il loro punto di vista a quello dei periti senza avere gli stessi requisiti scientifici" ha detto Mura durante la sua requisitoria davanti alla Prima sezione penale.

La sentenza d'appello-bis

Il Pg ha criticato a spada tratta la sentenza della Corte di Assise di Appello di Roma del 2016 per aver "eluso il mandato" affidatogli nel 2015 dalla stessa Suprema Corte. Quello di accertare o escludere il nesso causale tra la morte del giovane geometra, arrestato per droga e ricoverato dal 17 al 22 ottobre del 2009, data del decesso, all'ospedale 'Pertini' di Roma, e il fatto che Cucchi, arrivato già stremato e sotto peso, con fratture e bradicardia, non aveva ricevuto cure adeguate alle sue condizioni.

Ilaria Cucchi: "Un segnale di speranza"

"E' un grande segnale di speranza per tutte le persone che attendono giustizia ed e' la dimostrazione che vale la pena non smettere mai di credere nella giustizia. Ringrazio il Pg Rubolino e il Pg Mura che si sono battuti per la verita'" il commento di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano. "E' stata una grande fatica arrivare fino a oggi che è un momento importante perche' si sta facendo sempre più spazio alla verità in questa vicenda che ha devastato la mia famiglia".
"E' la prima vittoria morale della lunga battaglia per la verita' sulla morte di Stefano Cucchi: ora diventa tutto coerente con quello che sta facendo il Procuratore Pignatone" le parole dell'avvocato Fabio Anselmo, che assiste la famiglia di Stefano Cucchi.

Risarcimenti per Comune di Roma e Cittadinanza Attiva

L'annullamento delle assoluzioni dei medici salva i risarcimenti per le parti civili Comune di Roma e Cittadinanza Attiva. La famiglia Cucchi è stata già stata risarcita dal 'Pertini'.

 

Leggi tutto