Il Comune di Milano lancia il "fascicolo digitale del cittadino"

Palazzo Marino, sede del Comune di Milano (Fotogramma)
1' di lettura

Il nuovo portale permetterà di consultare con facilità i propri dati e di usufruire di una serie di servizi che semplificano il rapporto fra abitanti e amministrazione locale

Un unico raccoglitore, completo, sicuro e di semplice consultazione, che facilita numerose operazioni burocratiche e il reperimento di informazioni amministrative per tutti i milanesi. È il "Fascicolo digitale del cittadino", online dal 10 aprile sul portale del Comune meneghino e presentato nell'ambito dell'evento "Milano Digitale", che ha fatto il punto sul processo di trasformazione digitale di Palazzo Marino.

 

 

I servizi offerti - Già in questa prima versione, consultabile anche con i dispositivi mobili e nella quale sono presenti le pratiche e i documenti dei cittadini milanesi, sono attivi numerosi servizi utili che saranno poi ulteriormente migliorati e incrementati nei prossimi sviluppi del portale. Dopo l'accesso al nuovo fascicolo online, sarà infatti possibile, ad esempio, consultare i dati anagrafici dell’intero nucleo familiare, le iscrizioni ai servizi scolastici, lo stato dei pagamenti e delle scadenze per le imposte comunali e per eventuali multe, oltre a prendere appuntamento per accedere agli uffici comunali limitando il rischio di fila.

 

Denaro al sicuro - Collegate al fascicolo ci saranno anche delle funzionalità di pagamento, garantite attraverso l'integrazione (attiva a partire dall'estate 2017) con il nodo dei pagamenti nazionale denominato "PagoPA", che offre un elevato livello di sicurezza e di semplicità per il completamento delle diverse operazioni sia online che attraverso punti fisici convenzionati sul territorio.

 

Modello di sperimentazione - Le autorità cittadine milanesi hanno sottolineato come questa innovazione e gli altri progetti di digitalizzazione amministrativa in corso confermano il ruolo di guida del capoluogo lomabardo in questo settore: "Milano vuole essere il rompighiaccio dell'innovazione - ha commentato il sindaco Giuseppe Sala - è una delle cinque città scelte per il primo passo di sperimentazione del 5G. Si propone come sempre come territorio di sperimentazione, sapendo di avere una forza nel suo sistema di aziende e di università". Una funzione di apripista sottolineata anche dal Ministro della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione Marianna Madia, che è intervenuta all'evento "Milano Digitale": "Milano può rappresentare un modello anche per le altre amministrazioni perché l'Italia possa fare sempre più passi nel campo della digitalizzazione della pubblica amministrazione, per più diritti per i cittadini".

Leggi tutto