Cocaina nelle bolle di sapone del nipote, arrestato 80enne a Corsico

Immagine d'archivio - Credit: Fotogramma
1' di lettura

L'uomo passava i pomeriggi sul balcone della propria abitazione al primo piano. Il via vai di persone davanti alle sue finestre ha insospettito i carabinieri

Cocaina nelle bolle di sapone del nipote: questo lo stratagemma usato da un pensionato di 80 anni, incensurato, che è stato arrestato dai carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Corsico (Milano) per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

 

Il via vai di persone ha insospettito i carabinieri - L'anziano era solito passare le giornate sul poggiolo della sua abitazione, al primo piano di una palazzina alla periferia del paese, dove secondo i carabinieri vendeva dosi di cocaina. Il via vai di persone che si fermavano sotto il suo balcone, dove materialmente avveniva lo scambio, è stato notato dai militari che dopo qualche servizio di osservazione sono intervenuti. In casa, nascosti in una confezione di aspirine ed in un astuccio per le bolle di sapone del nipotino, sono state rinvenuti 15 grammi di cocaina, suddivisi in 30 dosi. 

 

La giustificazione dell'uomo - Per l'uomo, incensurato che appartiene a una famiglia di origini siciliane che ha numerosi componenti noti alla giustizia, è stato disposto l'obbligo di firma. Durante l'arresto ha provato a giustificarsi: "Ho 500 euro di pensione, come credete possa farcela?". 

 

Leggi tutto