Donna trovata morta a Lodi, un uomo interrogato dalla polizia

1' di lettura

Il cadavere, seminudo e con un cuscino sul viso, è stato scoperto in un palazzo alla periferia della città. A dare l'allarme è stato un vicino della vittima: avrebbe notato macchie di sangue fresco nell'ascensore e le avrebbe seguite

Il cadavere di una donna, morta per cause violente, è stato scoperto in un palazzo alla periferia di Lodi. La polizia ha trovato la vittima sul pavimento, seminuda e coperta di sangue, con un cuscino sul viso. Sul corpo riscontrate ferite d’arma da taglio.

L’allarme dato da un vicino - A dare l’allarme è stato un vicino di casa: l’uomo avrebbe notato alcune macchie di sangue fresco sul pavimento dell’ascensore, le avrebbe seguite e sarebbe arrivato alla porta d’ingresso del terzo piano del palazzo, dove abitava la vittima. A quel punto ha chiamato le forze dell’ordine, che non hanno permesso al personale di soccorso di entrare in casa per evitare, come hanno spiegato, che la scena del ritrovamento fosse inquinata.

 

Analisi sui telefoni della vittima - La polizia nella tarda serata di domenica 9 aprile ha interrogato un uomo fortemente sospettato di aver compiuto l'omicidio. Nessun dubbio, per gli inquirenti, sul fatto che si tratti di un delitto, forse originato da un litigio. L'assassino, infatti, ha lasciato dietro di sé diverse tracce: un'impronta della sua scarpa di numero 42/43 sul pianerottolo e un frammento d'unghia da analizzare.
Analizzati anche i telefoni cellulari che appartenevano alla vittima.
 

Leggi tutto