Luigi Di Maio lascia l'ospedale dopo il malore: "Si riparte"

Foto Ansa
1' di lettura

L'annuncio del vicepresidente della Camera su Twitter e Facebook, da dove ha ringraziato il personale del Gemelli di Roma. L'esponente Movimento 5 Stelle era stato ricoverato nella struttura il 31 marzo, dopo aver accusato dei dolori addominali

“Sono uscito ora dal Gemelli. Un grazie al personale dell’ospedale e a tutti voi per il supporto e l’affetto. Si riparte, più forti di prima”. Luigi Di Maio ha scelto Twitter per comunicare la fine della sua permanenza in ospedale, dopo il malore che lo aveva colto lo scorso 31 marzo.

 

 

Di Maio: "Nessuna intenzione di mollare" - Di Maio ha poi scritto un lungo post su Facebook, per ringraziare ancora tutti coloro che gli sono stati vicini in questi giorni. In particolare, il vicepresidente della Camera ha ricordato che il personale ospedaliero ha fermato "tre giornalisti con un finto camice che provavano ad intrufolarsi nella mia stanza per chissà quale scoop morboso". Poi la promessa: "Io non ho nessuna intenzione di mollare, neanche di un millimetro: cambiamo tutto, adesso o mai più". E, per sabato, c'è già in programma un impegno: partecipare all'evento Sum, "per ricordare Gianroberto Casaleggio parlando di futuro".

 

 

Il malore e gli impegni annullati - Di Maio, dopo essersi sentito male, era stato trasportato d’urgenza al Gemelli, dove è rimasto qualche giorno per degli accertamenti. “Starò qui pochi giorni”, aveva annunciato su Facebook, “ma sono stato costretto, come immaginate, a far saltare tutti gli impegni del week end”. L’ospedale aveva poi fatto sapere in una nota che “il vicepresidente della Camera, per l'insorgenza di dolori addominali, si è recato presso il pronto soccorso del Policlinico Gemelli dove ha effettuato accertamenti clinici e strumentali che hanno dato risultati tranquillizzanti”.

Leggi tutto