Alba, topi nel magazzino: sequestrate 105 tonnellate di alimenti

1' di lettura

La scoperta dei carabinieri del Nas in una ditta che lavora con la grande distribuzione. Requisita merce per oltre un milione e 200mila euro di valore. Denunciato il titolare

Topi ed escrementi in un magazzino alimentare. La scoperta l’hanno fatta i carabinieri del Nas di Alessandria, in un magazzino di Alba, in provincia di Cuneo. Il blitz è avvenuto in una ditta produttrice di alimenti destinati alla grande distribuzione, dove sono state sequestrate 105 tonnellate di merce, per un valore di oltre un milione e 200mila euro. Denunciato il titolare, un 25enne straniero.


Il controllo – Lo scorso 26 marzo, i militari del Nucleo Antisofisticazioni della città piemontese si sono presentati nella sede dell’azienda, produttrice e fornitrice per le catene del mercato alimentare e della ristorazione sia nazionale che estera. Gravissime le carenze riscontrate, dal punto di vista igienico sanitario, con i ratti ed escrementi direttamente a contatto con alimenti pronti alla vendita e imballaggi.


Attività sospesa
– I carabinieri hanno denunciato l’imprenditore titolare dell’attività, il cui valore commerciale è di circa due milioni e mezzo di euro. Si tratta di un ragazzo di 25 anni, extracomunitario, amministratore unico della ditta, finito nei guai per le precarie condizioni igieniche del capannone, e per la “mancata attuazione delle procedure di autocontrollo”, secondo quanto riferito dai carabinieri. Assieme ai militari del Nas, è intervenuta anche l’autorità sanitaria competente, che ha disposto l’immediata sospensione dell’attività, sino a che non saranno ripristinate le condizioni previste dalla legge.
 

Leggi tutto