Ragazzo accoltellato a Brescia, fermato un 23enne: ha confessato

1' di lettura

L'assassino del giovane colombiano aggredito all’alba di domenica fuori da una discoteca sarebbe un italiano con piccoli precedenti. All'origine del delitto vi sarebbe una lite nata all'interno del locale

La squadra mobile di Brescia ha effettuato un fermo per l'omicidio del ventunenne colombiano, accoltellato domenica mattina all'alba all'esterno di una discoteca. La persona fermata è un 23enne italiano con piccoli precedenti penali, che ha ammesso di aver sferrato la coltellata mortale. Vittima e aggressore non si conoscevano.

 

La dinamica dell’omicidio - Il 21enne di origini colombiane è stato aggredito e accoltellato verso le 6 del mattino fuori dal locale “Disco Volante”. Al momento dell’aggressione era in compagnia della fidanzata che, sotto choc, è stata ascoltata dalla polizia. All’origine dell’accoltellamento ci sarebbe stata una lite iniziata all’interno della discoteca.  Il ragazzo era stato raggiunto da un fendente all’addome. Trasportato in gravissime condizioni all’ospedale, ha subìto un delicato intervento chirurgico che però non è bastato a salvargli la vita.

Leggi tutto