Amatrice, sospesi i due vigili di Milano che scherzano con la bara

Amatrice sei mesi dopo il sisma (Ansa)
1' di lettura

Gli agenti erano stati mandati nel luogo del sisma per assistere la popolazione. Dopo il provvedimento disciplinare verranno affidati a un nuovo incarico. Sala: “Vederli con la divisa è un'offesa per tutti noi milanesi”. Il comandante della Polizia locale: "Amareggiato e dispiaciuto" 

Un agente è steso dentro una bara. Poi si alza e fa finta di essere uno zombie. È questa la scena immortalata da un video comparso in rete e girato nel cimitero di Amatrice da due vigili del Comune di Milano inviati nella cittadina colpita dal sisma per assistere la popolazione. Il video ha immediatamente suscitato le critiche del sindaco Beppe Sala che, con un tweet, ha fatto sapere di aver chiesto al comandante Antonio Barbato di “prendere al più presto i giusti provvedimenti”. La richiesta è stata subito accolta: per i due vigili è stato disposto il richiamo disciplinare. Il provvedimento implica la sospensione dal lavoro per dieci giorni. Poi, entrambi gli agenti saranno trasferiti a nuovi incarichi.

 

 

Il comandante della Polizia locale: "Amareggiato e dispiaciuto" - “Sono completamente indegni per chi indossa una divisa”, ha detto il comandante Barbato, “e non fanno onore al corpo dei ghisa. Per questo è stata predisposta la massima sanzione possibile in questi casi”. Il comandante, inoltre, si è detto "amareggiato e dispiaciuto" per quanto successo ad Amatrice e ha voluto ricordare tutti gli sforzi del corpo di Polizia impiegato nelle zone colpite dal terremoto: "Abbiamo svolto un lavoro enorme per la visita del Papa, garantendo la sicurezza in città, con le altre forze dell'ordine, e ora, per un gesto inqualificabile, vediamo offesa la nostra divisa".

 

Le reazioni in Comune. Sala: "Non sono questi i ghisa che conosciamo" - Anche Sala si è subito dissociato dal gesto dei vigili, attraverso un post su Facebook dove ha affermato: “Non sono questi i ghisa che noi conosciamo e per questo ritengo che vederli indossare la divisa del nostro corpo di Polizia locale sia un’offesa per tutti noi milanesi”. Critiche anche dall’assessore alla Sicurezza milanese Carmela Rozza: “Un atteggiamento inaccettabile perché danneggia il grande lavoro fatto dalla Polizia locale ad Amatrice in tutti questi mesi. Mi scuso con i cittadini di Milano e Amatrice per questo gesto ingiustificabile”. 

Leggi tutto