Incendio in una camera di ospedale del Vicentino, muore un 63enne

Vigili del Fuoco (LaPresse, immagine di archivio)
1' di lettura

Sarebbe stata una sigaretta accesa e dimenticata sul materasso a causare il rogo nel quale ha perso vita un paziente del reparto di psichiatria

Una sigaretta accesa e poi dimenticata sul materasso potrebbe essere all'origine dell'incendio costato la vita stamane ad un paziente del reparto di psichiatria dell'ospedale "Alto Vicentino" di Santorso. La vittima si chiama Eugenio Carpanedo, aveva 63 anni ed era di Schio.

 

 

Una sigaretta -  Il corpo senza vita dell'uomo è stato trovato dai Vigili del Fuoco intervenuti per domare le fiamme. La vittima si trovava in una stanza singola che è andata completamente distrutta. La morte, in base ai primi accertamenti, è stata causata dall'asfissia e dalle ustioni.

 

Reparto evacuato per qualche ora - Per un paio di ore è stato evacuato tutto il reparto di psichiatria e quelli sovrastanti. Dopo i controlli e il ripristino del sistema di ventilazione, l'ospedale è tornato alla normalità ad esclusione dell'area direttamente interessata dall'incendio.

Data ultima modifica 24 marzo 2017 ore 12:51

Leggi tutto