Al Bano in ospedale per ischemia, bollettino medico: notte tranquilla

1' di lettura

Il cantante aveva avuto un malore mentre rientrava in Puglia da Fermo. Dopo i primi accertamenti al policlinico di Bari, la decisione di trasferirsi all'ospedale Vito Fazzi di Lecce. Sarà ricoverato almeno fino al 25 marzo. Dai controlli, l'artista risulta "lucido, orientato e senza alcun problema"

"Al Bano Carrisi ha trascorso una notte tranquilla ed ha riposato bene. Tenuto sotto continuo monitoraggio, il paziente dovrà restare a riposo in ospedale almeno sino a sabato (25 marzo)". È questo il bollettino medico diffuso in mattinata dall’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove il cantante è stato ricoverato dopo una leggera ischemia.

 

Continuano gli accertamenti - "Il paziente”, si legge ancora nel bollettino, “conferma il quadro clinico positivo del giorno precedente, evidenziando un costante recupero”. Continuano però gli accertamenti, “per un più fine inquadramento diagnostico e terapeutico, verificando la presenza e curando i possibili fattori di rischio". Al Bano si era sentito male mentre rientrava in Puglia da Porto Sant’Elpidio ed era stato ricoverato in un primo momento al policlinico di Bari. Poi la decisione di trasferirsi nell’ospedale leccese dove il cantante è stato visitato nella “Stroke Unit”, il reparto specializzato nella cura dell’ictus, e poi ricoverato in neurologia.

 

Il primario di neurologia: "Paziente lucido" - Il primario di neurologia dell’ospedale ha visitato il cantante in mattinata e ha detto di averlo trovato “lucido, orientato e senza alcun problema”. I parametri vitali, secondo il medico “sono nella norma, così come la glicemia che è tenuta sotto controllo”. A dare supporto all’artista, ci sono i parenti che, secondo il parere espresso dai medici, costituiscono “un sostegno morale importante”per l’artista.

 

L'ironia del cantante - Il cantante, nonostante il malore, avrebbe scherzato con i medici sulla sua voce, dicendo: “È come i denti per i castori, bisogna usarla sempre, per vivere bene ed evitare l’estinzione della specie”. E, secondo il primario di neurologia, già fra un mese, Al Bano potrebbe tornare a cantare, anche se “è presto per dirlo”. 

 

Secondo malore in pochi mesi - Quello di marzo è il secondo ricovero per Al Banco in pochi mesi. Lo scorso dicembre, il cantante aveva avuto due attacchi cardiaci mentre si trovava a Roma per le prove del suo concerto di Natale. L’artista era quindi stato sottoposto a un intervento di circa tre ore che era perfettamente riuscito.

 

Leggi tutto