Rapinava smartphone agli studenti fuori da scuola: un arresto a Torino

Un'auto della polizia in una foto d'archivio (Fotogramma)
1' di lettura

La persona fermata è accusata di diverse rapine ai danni di minorenni. Dopo averli seguiti, portava via loro anche tablet e denaro. In alcuni casi ha picchiato le piccole vittime, tra gli 11 e i 13 anni

 

La Polizia di Torino ha arrestato un uomo ritenuto il responsabile di tre rapine e due tentate rapine ai danni di giovanissime vittime, seguite e derubate di cellulari e tablet, spesso anche con l’uso della forza. Le indagini della squadra mobile e del Commissariato di “San Secondo”, avviate dopo alcune denunce di rapine presentate dai genitori dei ragazzi minorenni, hanno portato all’arresto di un uomo di nazionalità italiana.

 

Vittime giovanissime - Gli episodi sono avvenuti tutti nel centro cittadino. L’uomo individuava le piccole vittime, comprese tra gli 11 e i 13 anni, principalmente all’uscita delle scuole. Seguiva i giovani per poi rapinarli dei telefoni cellulari, dei tablet e del poco denaro che avevano in tasca.

 

Episodi di violenza - In alcuni casi, le rapine sono sfociate in episodi di violenza in quanto l’uomo, dopo aver seguito le vittime, entrava con loro nell’androne delle loro abitazioni e li derubava colpendoli con pugni sul volto, che hanno causato lesioni fisiche ai minorenni.

Leggi tutto