Falso Viagra e farmaci illegali nei sexy shop: 11 arresti

Un momento del blitz della Finanza
1' di lettura

Un commercio di sostanze pericolose e non autorizzate è stato scoperto dalla Guardia di finanza di Ravenna. Più di 10mila i prodotti sequestrati: eseguite 63 perquisizioni, coinvolti 28 negozi in tutta Italia

Blitz della Guardia di finanza di Ravenna nei sexy shop di varie regioni d’Italia. L’operazione, denominata “Fidelio”, ha portato al sequestro di oltre 10mila farmaci illegali, oltre che all'esecuzione di 11 arresti nei confronti di altrettanti rivenditori di articoli per adulti. Eseguito anche un fermo a carico di un commerciante all’ingrosso della provincia di Pordenone, attivo nello stesso settore.


Farmaci cinesi e indiani -
L'inchiesta, coordinata dal Pm di Ravenna Angela Scorza, ha portato anche a 63 perquisizioni in abitazioni e sexy shop (28, per l'esattezza, e in diverse regioni) riconducibili a 36 indagati. Il reato ipotizzato è quello di commercio di sostanze medicinali contraffatte e ricettazione. L'indagine è partita da un controllo fiscale in un sexy shop del Ravennate, dove i militari avrebbero trovato alcune confezioni di farmaci non autorizzati, provenienti soprattutto da India e Cina. In particolare, bustine, pillole e capsule con miscele dei principi attivi Sildenafil e Tadalafil, presenti in Viagra e Cialis. Oltre a spray con il principio attivo della lidocaina, utilizzata come anestetico.

 

Cobra, Super dragon e gli altri- Si tratta di sostanze che, secondo gli inquirenti, venivano commercializzate senza autorizzazioni ministeriali. Le indagini della Finanza hanno raggiunto il commerciante friulano, titolare dell'azienda di cui inizialmente risultava essere solo un dipendente, che è stato portato nel carcere di Pordenone. Attraverso la sua figura sono stati poi individuati 28 sexy shop in diverse regioni che acquistavano i medicinali illegali. Questi alcuni nomi dei farmaci illegali sequestrati: Kamagra, Cobra, Super dragon, P-force, Cenforce, Stud 100, Silde, Extra strong.

 

Trovati anche droga e proiettili - Le misure restrittive sono state eseguite a Milano e provincia; a Torino, Brescia, Ravenna, Forlì e Taranto; e nelle province di Bologna, Rimini, Macerata e Caserta. Sono state sequestrate inoltre banconote false per 780 euro, denaro contante per 40mila euro, 47 proiettili per arma corta, circa mezzo kg di marijuana oltre ad un bilancino di precisione. Per eludere i controlli, il fornitore di Pordenone avrebbe inviato ai sexy shop i farmaci non autorizzati nascondendoli all’interno  di scatole contenenti articoli ed accessori per adulti, che fungevano da carichi di copertura, con spedizioni tramite corriere.

Leggi tutto