Meningite: insegnante morta nel Napoletano, scuole chiuse

Foto d'archivio
1' di lettura

La donna, 58 anni, insegnava a Merigliano ed è deceduta per un'infezione batterica da pneumococco. L'ospedale: "In questo caso non c'è pericolo contagio". Il sindaco: "Per tranquillizzare tutti disposta disinfezione degli istituti del territorio"

Un’insegnante di 58 anni è morta nella notte tra giovedì e venerdì all'ospedale Cotugno di Napoli per una meningite batterica da pneumococco. La donna, residente a Marigliano (Napoli), insegnava in una scuola elementare del posto, in località Faibano.

 

 

Non necessaria la profilassi - Il dipartimento di Malattie infettive dell'ospedale ha spiegato che si tratta di un’infezione per la quale non è necessaria la profilassi per gli esposti, “non essendoci in questo caso pericolo di contagio”. La scuola, comunque, era già stata chiusa dal sindaco Antonio Carpino prima che arrivasse la conferma sulla natura della meningite.

Scuole chiuse anche domani - In città la notizia della morte dell’insegnante si è diffusa in fretta e anche altre scuole della zona sono rimaste semideserte. “C'è molto allarme – ha spiegato il sindaco – e per tranquillizzare tutti abbiamo disposto, nonostante non sia previsto, la disinfezione di tutte le scuole del territorio”. È per questo che gli istituti interessati rimarranno chiusi anche sabato 25 febbraio.

Leggi tutto