1' di lettura

L'uomo, 52 anni, è stato ritrovato cadavere nella periferia della capitale San José. Di lui si erano perse le tracce lo scorso 24 gennaio

E' stato ucciso l'imprenditore calabrese Vincenzo Costanzo, scomparso a San José, in Costa Rica, il 24 gennaio scorso. Il cadavere è stato trovato in una località alla periferia della capitale costaricana. Il riconoscimento è stato possibile attraverso i tatuaggi che la vittima aveva sugli avambracci: un drago e un sole. Nei giorni scorsi Costanzo stava trattando la vendita di un terreno di 17 ettari del valore di alcuni milioni di euro nell'isola di Cebaco (Panama), del quale possedeva il 60% delle quote. 

 

Costanzo, 52enne padre di due figli, originario di Cosenza con parenti che vivono a Bari e in Calabria, poco prima di scomparire - era scritto nella denuncia presentata dalla sorella ai carabinieri - aveva detto ad alcuni parenti di avere un appuntamento con un amico italiano che lo aveva messo in contatto con persone interessate ad acquistare il terreno.

La trattativa per la vendita avrebbe dovuto probabilmente concludersi il 25 gennaio a Milano dove era stato fissato, dopo vari rinvii, un appuntamento con i potenziali acquirenti. Costanzo, infatti, il giorno dopo la scomparsa avrebbe dovuto prendere un aereo per arrivare in Italia e per concludere la vendita del terreno.

 

Leggi tutto